Gioia bizzarra

IMG_2354

GIOIA BIZZARRA

“Gioia bizzarra” è il titolo del mio primo capitolo. Perchè? Beh, quel 20 ottobre 2013 ero felice; non chiedetemi perchè: non lo so proprio! Ma mi sono alzata dal letto e sentivo che sarebbe stata una giornata particolare, sentivo che avrei cominciato a costruire qualcosa. Non avevo la minima idea di cosa si trattasse, ma c’era qualcosa che sentivo di dover fare. La sera di quel giorno, come sono solita fare, avrei preso il mio diario segreto e avrei cominciato a raccontare a Piuma Blu (il mio angioletto) la mia giornata. Ma proprio quella sera non lo feci. O meglio; non presi il diario dalla libreria della mia camera: andai giù e presi un quadernone a righe. Un quadernone normale, semplice, neanche tanto carino. E’ stato in quel momento che ho cominciato a scrivere. Erano le 18:30… Non avevo in mente niente di che. Ho solo cominciato a raccontare la mia avventura “giornaliera”, come faccio sempre, con la differenza che stavo scrivendo non più a Piuma Blu, bensì ad una certa Vicky… Alle 23:00 stavo ancora scrivendo…;)

COS’È LA VITA?

‘E voi, vi siete mai chiesti cos’è la vita? Cosa ci facciamo qui? Io e Sara pensiamo che esista un motivo, pensiamo che se siamo qui è perchè dobbiamo portare a termine un progetto che Qualcuno ha costruito dentro di noi. E la difficoltà di questa nostra vita sta nel capire cosa veramente vogliamo…

<< Ecco, per me la vita è un regalo grandioso; è un regalo a sorpresa e mano a mano che lo scarti ti stupisci in continuazione. La vita è meravigliosa e non ha in sé negatività. Spesso però non ne comprendiamo il senso; è la nostra interpretazione sbagliata di ciò che ci vuole dire: le nostre lingue non sono uguali! Sembra a tutti normale, ovvio, scontato, il sorgere del sole ad ogni alba… ma se ci penso, in realtà, mi accorgo che neanche qui la certezza esiste! Cosa farei se mi dicessero che domani il sole se ne starà a riposo? Che gli alberi moriranno e che la luna non allieterà la notte? Sguardi indifferenti e preoccupazione zero: tanto qui è tutto dovuto! No! Se mi dicessero invece che esiste una spiaggia di neve in agosto, un oceano contenuto in un acquario, una luna che abbronza la pelle, un deserto così affollato da non trovare un posto e una stella marina nel Nilo? Se mi dicessero che esiste un luogo in cui la pioggia sale e non bagna? Entusiasmo e curiosità. Ma allora; sono solo le cose nuove, anormali, innaturali che mi stupiscono? Sono solo queste le cose che ci fanno aprire per un po’ gli occhi, che ci fanno sognare per qualche secondo, prima di ritornare alla normale vita di tutti i giorni? Perché non ci rendiamo mai conto del divino e magico mondo che possediamo? Perché non riusciamo ad essere consapevoli che siamo Vivi? Di aver ricevuto il dono più grande di tutti che è la nostra Vita? Perché vado in cerca delle cose più assurde per sorridere? >>

E tu, sì, tu che stai leggendo; cosa ci fai qui? :D

COTTE A PUNTINO

Poi a quest’età ci sono i primi amori, le cotte che ognuno dentro di sè conserva, dal più piccolo al più grande. Innamorarsi è come prendersi un impegno, forse: ti prometti di pensare sempre a lui/lei, senti di averne bisogno, stai male quando lui/lei non c’è e ogni suo piccolo gesto si trasforma in qualcosa di importante. Quando si è innamorati si osserva, si sta attenti ad ogni minima parola, ad ogni più piccolo respiro. E’ bello essere innamorati! E non c’è nulla di male in questo: significa semplicemente voler bene ad una persona, amarla e accettarla anche con tutti i suoi difetti. Certo, non è facile, ma è l’unico modo che abbiamo per vivere felici, perchè ogni passo qui sulla Terra è una porta nel cielo…

<< “Tanto lo so che a te piace già Thomas!”. Non ho più risposto; non me la sono più sentita: un turbine di emozioni scorreva veloce dentro di me e come un tornado spazzava via tutto ciò che trovava; aveva colpito lo stomaco! >>

E tante volte ci si sente anche travolti da questo sentimento, da questa energia, da questo vento; e ci si risveglia sul banco di scuola… ;)